GULLIVER

GULLIVER

ETA’: 7 anni

DATA DI NASCITA: 11.1.2011

SESSO: maschio

RAZZA: meticcio simil bassotto

ARRIVO: aprile 2017

Le cause dell’insuccesso della relazione cane-padrone sono sempre da attribuire a errori dell’uomo. Gulliver ne è un tipico esempio. Correggere gli errori è generalmente possibile. Bisogna rivolgersi a chi ci insegna a farlo.

L’educatore cinofilo ha dichiarato Gulliver un cane buono, tuttavia alcuni aspetti del suo carattere devono essere corretti – sarebbe bastato poco per farlo –

Saranno sufficienti degli esercizi, dei consigli perchè Gulli possa superare le sue paure e insicurezze, possa individuare il suo “capo branco”, rispettarlo e vivere finalmente una vita serena come merita.

Spesso le persone rinunciano  troppo facilmente al proprio cane per paura, per mancanza di conoscenze e competenze.

Gully!?!?!? Dove ti sei nascosto?

“Uffffff!!! Laciatemi dormire…”

 

 

Gulliver è un cagnolino molto carino. E’ arrivato al rifugio arrabbiatissimo. Ringhiava e mordicchiava tutti. Non è stato difficile capire il perchè… A distanza di alcune settimane ha iniziato a calmarsi.

Gully e il cappottino nuovo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel momento in cui prende confidenza con una persona, diventa affettuoso e cerca le coccole. Stando in serraglio con diversi amichetti, ha imparato le buone maniere, anche se rimane piuttosto territoriale, soprattutto con chi conosce poco… Va d’accordo con gli altri cani.

Gully con al sua amichetta Thea

Venite a conoscerlo, esce molto volentieri a passeggio!! E’ un cane che dopo tante esperienze brutte, merita di trovare finalmente una famiglia che lo sappia amare, che lo sappia comprendere e che sia disposta anche a una consulenza con il nostro educatore cinofilo, per correggere alcuni aspetti del suo carattere, per permettergli di dimenticare il suo passato, per instaurare un rapporto di totale fiducia con il suo amico umano, e garantire il successo dell’adozione.. ha sofferto troppo, non deve più succedere.

Basta guardare i suoi occhi imploranti per capire che Gulli vuole tornare di nuovoin famiglia..

“Ciao amici, mi chiamo Gulliver. Sono arrivato in canile a maggio 2017. La mia famiglia non mi ha più voluto. Appena mi hanno portato qui ero arrabbiatissimo. Come si sono permessi di sbattermi in un canile, in un serraglio… Proprio a meeeeee!?!? Mamma che nervi!! Avrei azzannato tutti!! Ci sono volute alcune settimane per ambientarmi un po’. Ah, ma una bella pizzicata l’ho data a tutti. Certo che… poveracci questi volontari, mica è colpa loro!!! Anzi qui sono trattato bene e da quando sono in un box con altri amici, ho capito che cambiando strategia, ricevo anche coccole e complimenti. Mi hanno perfino detto che se imparo a fare il bravo posso anche trovare un altra famiglia che non mi abbandonerà più. Mah, sarà mai possibile?? Non è che mi fidi più molto della gente. Senti facciamo così, se vieni spesso a trovarmi e mi fai capire che sei disposto a volermi bene per sempre, bhe, allora mi fiderò di te”

GULLYVER E LE COCCOLE! ♥

Novembre 2017

Gully ha fatto i progressi che speravamo. Quando si affeziona a una persona la cerca con i suoi dolci occhi, implora coccole e amore. E’ ancora possessivo nei confronti del suo territorio e della sua pappa che vuole difendere “dai nemici”, ma imparerà….

Venite a fare amicizia con Gulli. Ha tanto bisogno di trovare la sua famiglia per sempre!!

 

ADOZIONE CON BREVE PERCORSO DI SOCIALIZZAZIONE

E’ PRIMAVERAAAAAAA!!!

 

 

2 pensieri riguardo “GULLIVER

  1. I suoi padroni gli volevano tanto tanto tanto bene ma hanno rischiato di farsi veramente male e ciò portava male a lui perché avrebbero potuto , se nel caso avesse fatto tanto male si padroni a portare gravi conseguenze per lui , le sue vecchie padroncine lo vorrebbero venire a trovare ma non sarebbe la cosa migliore da fare per lui , ma davvero era voluto tanto bene e non veniva trattato affatto male in casa ci mancherebbe

    1. Buonasera,
      quando un cane manifesta problemi comportamentali, solitamente sta mandando un messaggio di disagio. Oggi c’è la possibilità di farsi aiutare da persone esperte, chiamate educatori cinofili, a comprendere e a correggere il comportamento. A volte bastano alcune lezioni, alcuni esercizi per trovare la soluzione. Legare un cane al termosifone e lasciarlo lì per ore non lo aiuta certo a risolvere i suoi problemi, anzi li acuisce, in quanto non capisce e lo vive come un castigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *